Dal 12 al 16 Settembre al via la V Edizione

Dal 12 al 16 settembre prossimi si terrà a San Venanzo, in Umbria, la V edizione della manifestazione organizzata dall’Associazione culturale “architetto Simonetta Bastelli”. L’evento si è ritagliato una sempre maggiore visibilità nell’ambito delle manifestazioni culturali; il fine è quello di diffondere la cultura del paesaggio di qualità, con particolare attenzione alle attività di educazione e formazione delle nuove generazioni su questo tema. Sin dalla sua prima edizione Architettura e Natura si è strutturato in 4 diverse attività: il Premio internazionale Simonetta Bastelli, il Convegno Internazionale diffuso, il Workshop stanziale di Poggio Aquilone e infine gli Eventi collaterali con numerose iniziative di tipo artistico, culturale e ricreativo.

Il Premio internazionale, dedicato all’architetto Simonetta Bastelli, è suddiviso in 4 sezioni: professionisti, giovani, tesi di laurea e studenti, oltre a un premio speciale per le scuole del territorio. Sono pervenuti 100 progetti che saranno esposti nelle sale di Villa Faina e pubblicati sul catalogo edito da Palombi Editori. Un momento significativo è rappresentato dall’assegnazione del premio: un’opera originale di Renzogallo, diplomi per i segnalati, premi speciali e premi offerti da sponsor, dalla Emu sarà assegnato un premio speciale al progetto con il miglior elemento di arredo urbano. Il miglior progetto per ogni sessione è scelto da una giuria composta da: M. Marinelli Sindaco di San Venanzo, I. Cortesi Università Federico II di Napoli, M. Clemente Associazione Culturale Architetto Simonetta Bastelli, F. Della Fina vicepresidente Ordine Architetti P.P.C. Terni, F. Micheloni Studiopiù Communication, L. Pirola Presidente AIAPP Nazionale, M. Sgandurra Paesaggista, L. Zevi Presidente INARCH Lazio.

Il Convegno Internazionale diffuso che ha assunto una rilevanza internazionale sempre maggiore è contraddistinto da una formula innovativa che si interfaccia con il premio e il workshop, prevedendo interventi, lezioni e incontri interattivi con i relatori durante l’intero periodo. Il tema conduttore è l’approfondimento del rapporto tra Architettura e Natura, con l’obiettivo di fornire idee, contributi ed esperienze per la costruzione del paesaggio futuro. Sono previsti numerosi interventi di personalità di livello internazionale, con la partecipazione della Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini. Tra gli stranieri i paesaggisti: Monica Bertolino (Argentina) Ana Rosa de Oliveira (Brasile) Balàzs Almàsi (Ungheria).

Il Workshop stanziale di Poggio Aquilone, con la partecipazione di 30 giovani professionisti e, tra questi, gli studenti del Master in Progettazione del Paesaggio (fondato e gestito dall’Associazione in collaborazione con il consorzio universitario Cursa e con UniScape). Il tema 2017 è “il parco urbano come rigenerazione di un’area in disuso”. L’area d’intervento è quella degli ex impianti sportivi, posizionati all’ingresso di San Venanzo. I partecipanti sono divisi in cinque gruppi di lavoro, coordinati ciascuno da un tutor, (Marko Franckovic, Ana Rosa de Oliveira, Guendalina Salimei, Samadi Soumaya, Flora Vallone) con il coordinamento per la fattibilità di Gerardo Marazzi. La migliore proposta sarà individuata da una giuria composta da: S. Posti Vicesindaco San Venanzo, L. Bartoletti dirigente Regione Umbria, P. Brescia Studio OBR Milano, F. Di Carlo Sapienza Università di Roma, V. Gioffrè Università mediterranea di Reggio Calabria, A. Metta Università di RomaTre, F. Montecchi Pro Loco di San Venanzo. Tutte le proposte saranno illustrate al convegno, esposte e pubblicate nel catalogo.

Infine gli Eventi Collaterali. In tutte le edizioni il rapporto con l’arte è stato costante sia attraverso mostre, che altre attività come istallazioni permanenti. Quest’anno, tra i principali eventi ci saranno: la mostra di Claudio Marani a cura dell’artista internazionale Renzogallo; l’esposizione de progetti presentati alla VII edizione del festival del Verde e del Paesaggio di Roma; la mostra fotografica “Paesaggi diversi” di Francesco Ippolito; il Digital Vitruvius a cura del LabLandscape di Assisi, i modelli di giardini del Quasar; le letture dei brani di libri e riviste da parte degli attori del Teatro “Laboratorio Isola di Confine”; i concerti di Musica blues dei “Trouvez Margot” e di musica Popolare de “Le Ninfe della Tammorra”; il giardino in movimento del vivaio Rasconi e molte altre attività.

Anche in questa edizione sarà realizzata una installazione artistica permanente: Renzogallo a Poggio Aquilone.

Scarica il Manifesto

Scarica il Programma completo dell’edizione 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...